Cinque Terre con passeggino, 7 dritte vincenti che ti semplificheranno la vita

Cinque Terre con passeggino, 7 dritte vincenti che ti semplificheranno la vita

Al momento stai visualizzando Cinque Terre con passeggino, 7 dritte vincenti che ti semplificheranno la vita

Visitare le Cinque Terre con passeggino ti sembra un’impresa impossibile? Non è detto! Noi lo abbiamo fatto con la nostra bimba di 2 anni, durante un weekend lungo di festa (ponte del 2 giugno) e non solo siamo sopravvissuti, ma abbiamo trascorso una vacanza bellissima e ricca di fantastiche esperienze. Serve solo un po’ di organizzazione pre partenza e tutto andrà bene. Segui queste dritte e vedrai che visitare le Cinque Terre con passeggino sarà più facile del previsto.

Cinque Terre con passeggino, 7 dritte vincenti

Dormi a Levanto o a La Spezia

Dovendo visitare le Cinque Terre con passeggino, il nostro consiglio è quello di raggiungere in automobile Levanto o La Spezia e poi da lì muoversi con il treno o via mare. Queste due città hanno una discreta disponibilità di parcheggi ma generalmente è necessario accordarsi con l’hotel (il nostro a Levanto ad esempio ci ha fornito un pass per parcheggiare sulle strisce blu e non abbiamo più toccato l’auto fino al giorno del rientro).

Levanto e La Spezia sono agli estremi delle Cinque Terre, in questo modo avrai piena libertà di movimento e sarà più facile pianificare le tappe del tuo itinerario.

A Levanto ti posso consigliare l’hotel che abbiamo scelto noi, una vera bomboniera nel cuore della cittadina dal quale è possibile raggiungere a piedi la stazione, passeggiare nel centro storico e andare facilmente in spiaggia. Tutto a piedi a portata di passeggino. Si tratta del Palazzo Vannoni, che sorge in un edificio storico perfettamente conservato e dispone di meravigliose stanze superior affrescate. Le colazioni sono buonissime.

Se avessimo invece scelto di fare base a La Spezia, avremmo senza dubbio prenotato una stanza al 5 terre dei Poeti, una graziosa struttura non lontana dalla stazione perfetta per esplorare le Cinque Terre con passeggino.

Cinque Terre con passeggino colazione con focaccia da intingere nel cappuccino
Non dimenticare di fare colazione come un vero ligure!

Prendi la Cinque Terre Card e utilizza il treno

Per ottenere il massimo da questo viaggio, abbiamo deciso di utilizzare sia il treno che la barca. Per gli spostamenti in treno abbiamo trovato conveniente l’acquisto della Cinque Terre Card.

La Cinque Terre Card permette di viaggiare sulla tratta Levanto – La Spezia (e viceversa) con un unico biglietto al costo di 18,20€ al giorno (adulti) o a 11,40€ (ragazzi) ed è gratis per i bimbi sotto i 4 anni. Ci sono anche pacchetti per più giorni a prezzi scontati. Trovi qui tutte le tariffe della Cinque Terre Card e puoi anche acquistarla attraverso il sito ufficiale.

Con la Cinque Terre Card puoi salire e scendere sui treni tutte le volte che vuoi e le stazioni distano pochi minuti l’una dall’altra. Questa card offre quindi il massimo della flessibilità.

Tornando alla questione passeggino, a volte può capitare che un treno sia parecchio affollato e non si riesca a salire facilmente con un passeggino aperto, ma ti dirò che a noi è capitato solo una volta nel tardo pomeriggio. Abbiamo chiuso il passeggino e tenuto la bimba in braccio. Tutte le altre volte siamo riusciti a salire senza difficoltà e potevamo anche tenere il passeggino aperto senza dar fastidio. Questo perché i treni sono molto frequenti.

Cinque Terre con passeggino veduta sulle casette colorate di Riomaggiore
Riomaggiore – Cinque Terre
Cinque Terre con passeggino treno con disegno del cartone Luca
Il treno delle Cinque Terre

Pianifica in anticipo l’itinerario

Per non trovarsi in difficoltà all’ultimo momento, conviene pianificare in anticipo l’itinerario di massima in modo da saper già dove andare e quando. Le soluzioni per visitare le Cinque Terre con passeggino sono tante, si possono anche vedere tutte in un solo giorno, fare dei tratti in barca o utilizzare solo il treno, non c’è un itinerario migliore di un altro. Ma se vuoi posso dirti come abbiamo fatto noi e magari puoi trarre ispirazione per organizzare il tuo viaggio.

Abbiamo deciso di utilizzare il treno per visitare Corniglia, Vernazza e Monterosso il primo giorno con la Cinque Terre Card, mentre il secondo giorno abbiamo visitato Riomaggiore e Manarola e in più abbiamo raggiunto Porto Venere in barca.

Il terzo giorno siamo stati un po’ a Levanto, fatto merenda con la focaccia in spiaggia e ci siamo goduti il mare.

Cinque Terre con passeggino veduta di Vernazza dal porto
Vernazza – Cinque Terre
Cinque Terre con passeggino veduta del mare e degli scogli di Riomaggiore
Riomaggiore – Cinque Terre
Cinque Terre con passeggino primo piano di focaccia in spiaggia
La merenda in spiaggia a Levanto

Utilizza un passeggino piccolo e leggero

Questo consiglio può sembrare banale, ma se vuoi goderti al massimo il tuo viaggio alle Cinque Terre con passeggino, ti consiglio di portarne uno che si piega facilmente, piccolo e leggero, principalmente perché ti capiterà di doverlo chiudere qualche volta durante la giornata, per salire su un treno affollato o per saltare a bordo di una barca.

In base alla nostra esperienza non serve che sia ben strutturato o che abbia le ruote grandi, è meglio che sia leggero e facile da trasportare anche da chiuso. Inoltre ti capiterà di incontrare qualche scalino e dovrai sollevarlo per salire.

In linea generale nei paesini si gira bene con il passeggino. In alcuni casi potrai anche allontanarti dal centro abitato per fare foto come questa, ad esempio a Manarola, percorrendo un sentiero asfaltato e quindi agevole con le 4 ruote.

Cinque Terre con passeggino veduta di Manarola
Manarola – Cinque Terre

Il nostro fedele compagno di questa avventura (e di tutti i nostri viaggi in giro per il mondo) è stato il Libelle di Cybex, passeggino leggerissimo e pratico da chiudere in un solo gesto. E’ anche accettato a bordo dalla maggior parte delle compagnie aeree e ha un prezzo molto conveniente rispetto allo Yoyo. L’avevamo preso come “passeggino da battaglia” ma ormai utilizziamo quasi solo quello.

Cinque Terre con passeggino spiaggia di Monterosso al Mare
Monterosso al Mare – Cinque Terre

Considera almeno 3 giorni per la visita

Il nostro viaggio alle Cinque Terre con passeggino si è svolto in 3 giorni anche se in realtà i giorni di visita veri e propri sono stati 2.

2 giorni pieni di giri e spostamenti, per questo motivo penso che sia molto utile e piacevole ritagliarsi una giornata in più per godersi il mare della Liguria e assaggiare qualche specialità tipica in tutta calma.

3 giorni effettivi penso siano una scelta equilibrata per vedere tutto con calma, senza corse e senza paura di lasciare indietro qualcosa. Poi sappiamo bene che viaggiare alle Cinque Terre con bambini piccoli significa assecondare i loro tempi, venire incontro alle loro esigenze e regalar loro qualche momento di svago nei parchi gioco che si incontrano frequentemente da quelle parti.

Cinque Terre con passeggino mamma che bacia la figlia
Riomaggiore – Cinque Terre

Partecipa ad una escursione in barca

Oltre a visitare tutte le Cinque Terre, abbiamo voluto anche raggiungere via mare Porto Venere navigando attraverso il Golfo dei Poeti. Ti consiglio ti fare questa esperienza perché la vista delle casette colorate che affacciano sul porto è un quadro che prende vita davanti agli occhi. Puoi acquistare il biglietto per la tratta di tuo interesse direttamente al porticciolo della località in cui ti vorrai imbarcare.

Se invece vuoi vivere un’esperienza che ti regalerà scorci da cartolina a non finire, partecipa a questo tour delle Cinque Terre da La Spezia che ti permetterà di visitare in un solo giorno 3 località con una guida che ti spiegherà tutti i segreti del posto. É un’ottima soluzione per chi viaggia con i bambini perché c’è sempre qualcuno che ti accompagna e che conosce bene il luogo e potrai rilassarti nei tratti in barca senza la ressa che ci può a volte essere in stazione.

Ti suggerisco anche questa mini crociera delle Cinque Terre di 3 ore da Levanto, perfetta se vuoi ammirare dal mare le casette colorate e scattare milioni di foto.

Cinque Terre con passeggino veduta di Porto Venere dal mare
Arrivare a Porto Venere via mare
Cinque Terre con passeggino porto di Porto Venere
Porto Venere
Cinque Terre con passeggino scogli di Porto Venere
Porto Venere

Potrebbe anche piacerti: Cosa vedere a Bergamo, tutte le curiosità della città alta

Prenota tutto in anticipo

Un ultimo consiglio che mi sento di darti per il tuo viaggio alle Cinque Terre con passeggino, è quello di prenotare tutto il prenotabile in anticipo. Parlo di eventuali tour, la Cinque Terre Card e i ristoranti per la sera, perché in una vacanza come questa sottovalutare la folla può rivelarsi un errore enorme.

In questo modo eviterai lunghe attese e file chilometriche e potrai avere più tempo per goderti questo spettacolare angolo di Italia.

Cinque Terre con passeggino piatto di trenette al pesto

Se hai qualche domanda, ti aspetto nei commenti!

Lascia un commento

Questo articolo ha 2 commenti

  1. Deborah

    Buongiorno, l’itinerario proposto é fruibile con un bambino di 9 mesi?

    1. Aline

      Certo! Gli stessi consigli valgono anche per chi ha bimbi più piccoli